Davide Cocozza è un artista, docente di discipline pittoriche, grafiche e scenografiche, arteterapeuta e curatore d'arte Italiano. Ad oggi vive e lavora a nella città di Monopoli (Bari - Puglia - Italia). Nasce a Bari il 16 novembre 1982 e frequenta il liceo Artistico Giuseppe De Nittis di Bari; a 17 anni si trasferisce a Roma per Laurearsi nel 2004 in Pittura all'Accademia di Belle Arti di Via di Ripetta con la votazione di 110 e lode su 110. I suoi maestri sono Sandro Trotti, Costantino Baldino, Moreno Bondi, Sergio Lombardo,  Giampaolo Berto. Frequenta durante gli anni d'Accademia anche la Scuola Libera del Nudo di Roma. Presso la REGIONE LAZIO consegue la qualifica di operatore museale con tirocini alla GALLERIA NAZIONALE D'ARTE MODERNA (GNAM), ed altre gallerie (Monitor, Mascherino di Roma). In questi anni è tra gli artisti più attivi della scena Romana, come pittore ed organizzatore di eventi. Insieme ad un suo amico da vita ad un progetto musicale e mette in piedi la band dei "the Bangla Boys" dove Davide Cocozza sarà la voce con lo pseudonimo di Dave Dacoda; definendo la loro musica "humor Rock" si esibiranno in tantissime occasioni divertendo il pubblico. Dopo l'Accademia frequenta il master in Arteterapia Metodi e Tecniche di Intervento presso LA LIBERA UNIVERSITA' DELLA SANTISSIMA MARIA ANNUNZIATA A ROMA (LUMSA) e diviene Arteterapeuta con tirocinio presso l'OSPEDALE PEDIATRICO BAMBINO GESU' DI ROMA; In seguito si trasferisce a Frosinone per conseguire l'abilitazione all'insegnamento per la materia di DISCIPLINE PITTORICHE GRAFICHE E SCENOGRAFICHE presso l'Accademia di Belle Arti di Frosinone. Anche nella città di Frosinone darà vita a numerose esibizioni, performance ed eventi, insieme ad altri artisti ed amici, Rocco Lancia, Milton, Fausta Dumano. Abilitatosi nel 2009 inizia la carriera di insegnante nella città Abruzzese di Penne, presso il liceo Artistico Mario De Fiori e la scuola media Mario Giardini; in seguito insegnerà presso il liceo Classico di Pescara Gabriele D'Annunzio; presso l'ITIS DA VINCI DI BORGOMANERO, il Liceo Artistico Edgardo Simone di Brindisi ed attualmente presso il Liceo Artistico Luigi Russo di Monopoli. In evidenza: la direzione artistica della sezione pittura dell'evento Marte live a Roma; la collaborazione con NuFactory; Semintesta, e molte altre realtà organizzative del Lazio. l'organizzazione di piu' di 1000 eventi tra cui la direzione artistica e la cura di SAVE BIENNALE a Pescara e POP CON 2019 (esposizione internazionale d'arte pop e concettuale) entrambe realizzate presso il MUSEO D'ARTE MODERNA VITTORIA COLONNA DI PESCARA; SAVE BIENNALE 2021 presso il Bastione San Giacomo di Brindisi (dove hanno partecipato più di 100 artisti); la partecipazione ad oltre 100 mostre tra personali e collettive; tra cui la personale “Santi miei e Gesti sacri” curata da Cesare Manzo, presso la Galleria Cesare Manzo a Pescara; le numerose collaborazioni con il mondo dell'arte, del cinema e dello spettacolo, come la sinergia con L'ARTISTA FRANCO SUMMA nel progetto “questa città è la mia città”; con il regista VICTOR PEREZ nella realizzazione di alcuni elementi artistici e scenografici per il film ANOTHER LOVE; con la casa di Alta Moda Iacobuccyounes nella realizzazione di diversi capi di abbigliamento e moda; e molte altre; la partecipazione e vittoria a mostre d'arte internazionale come il PREMIO D'ANNUNZIO E BIBART Biennale d'arte di Bari; ed oltre 500 opere acquisite da collezionisti e privati, musei e gallerie in tutto il mondo, da Dubai a Los Angeles, Citta' Del Messico, Berlino, Parigi, da Grenoble a Roma, Venezia, Milano ed altre; tra cui L'Universita di Tokyo e la Fondazione di Lady Diana.
La sua Arte si diffonde e dirama tra tutti i diversi media; dalla pittura tradizionale ad acrilico ed olio, alla digital art ed alla performance. Predilige la pittura su superfici come la carta da pacchi, la carta realizzata a mano dalla cartiera di Amalfi; la pittura è usata con delicatezza, molto solubile, fino a colare; diviene spesso “dripping”; gestuale e “scarabocchiata”, primitiva ed infantile. Gesti precisi e netti scandiscono volti armonici, in contrapposizione ad altri gesti decisi e liberi, che slanciano le figure come fossero in “formazione” in “creazione”; le forme si formano come in un processo che sullo stesso supporto va dal bozzetto all'opera conclusa; i soggetti sono per lo piu' femminili, modelle, amiche, ispirazioni viste in giro. Nella performance invece l'artista ricerca se stesso, in un azione istintiva e libera; "l'arte mette a nudo", dice, e si spoglia realmente insieme alla modella nella ricerca del segno vero, del momento presente e nella consapevolezza dell'attimo in cui l'azione si compie. La performance diventa gesto pittorico o di vita che ricerca il suo significato. Una danza che comincia e finisce in una manifestazione di vacuità in cui si annullano sensazioni e percezioni lasciando spazio al momento incontaminato, che ne diviene l'opera. Altri approcci invece come le installazioni o le opere di design si rivelano come sentieri sperimentali e forme di espressione libera o concettuale su superfici differenti; città, mura, spazi. Nelle opere di mix media e digital art; esprime concetti attraverso un'impostazione volta all'interpretazione e fornisce un significato alle arti visive. Le opere in questo caso sono scene vivide, intense, profonde. Stati di consapevolezza si seguono insieme a forme ubriache della natura, inebriate dall'esistere, illuminate dal vivere e dalla luce.
Considerando l'arte come un linguaggio, Cocozza "dice" attraverso le sue opere concetti, denunce, parole tradotto in forme, spesso, per stimolare, risvegliare e far riflettere l'altro da se. 
Nel 2013, il 16 novembre alle 13.10 nasce sua figlia Sofia Bianca Piuma con cui ha un bellissimo, colorato, ludico e profondo rapporto, pregno di comprensione e gentilezza. Con Sofia Bianca Piuma realizza opere d'arte, storie illustrate per bambini, e molto altro.
Insieme al padre espone all'esposizione d'arte pop e concettuale POPCON 2019 presso il museo d'arte MODERNA VITTORIA COLONNA DI PESCARA, risultando la piu' giovane artista ITALIANA IN mostra ad aver esposto in un museo d'arte Moderna;  nel 2021 espone sempre con il padre alla Biennale d'Arte Contemporanea per un Nuovo Mondo (SAVEBIENNALE 2021) città di Brindisi, presso il Bastione San Giacomo.

Sul panorama italiano risulta uno tra i maggiori poliedrici esponenti dell'arte figurativa e della performance art contemporanea. 

David Cocozza is an Italian maestro of the arts, a virtuoso whose talents span across painting, graphic and set design, and art therapy. He also shines as a curator, infusing Italian art scenes with his creative vision. Currently, Cocozza calls the picturesque city of Monopoli, nestled in the heart of Puglia, Italy, his home and creative playground. Born in Bari on November 16, 1982, Cocozza embarked on his artistic journey at the esteemed Giuseppe De Nittis Art High School in Bari. At the tender age of 17, he set off for Rome, where he would graduate with highest honors from the Academy of Fine Arts in Via di Ripetta in 2004, his talent nurtured by luminaries such as Sandro Trotti and Sergio Lombardo, among others.

Cocozza's artistic exploration led him to the Free School of Nude in Rome and saw him earn a museum operator qualification in the Lazio region, with internships at prestigious galleries including the National Gallery of Modern Art. In these formative years, Cocozza became a pivotal figure in Rome's art scene, both as a painter and an event organizer. His creative flair took a musical turn with "the Bangla Boys," a band he co-founded, offering audiences a unique blend of "humor Rock" under the pseudonym Dave Dacoda.
His journey didn't stop there; Cocozza delved into the world of art therapy, earning a master's degree from the Libera Università della Santissima Maria Annunciata in Rome. His commitment to healing through art took him to the Pediatric Hospital Bambino Gesù in Rome for his internship. Cocozza's teaching career blossomed post-graduation, sharing his passion for artistic disciplines in various Italian cities, from Penne to Pescara and finally Monopoli.
Cocozza's artistic direction has illuminated events such as Marte Live in Rome and POP CON 2019, an international pop and conceptual art exhibition held at the Vittoria Colonna Museum of Modern Art in Pescara. His art has been showcased in over a hundred exhibitions, both solo and collective, including a personal exhibition curated by Cesare Manzo in Pescara. His collaborations span the realms of art, cinema, and fashion, working with artists like Franco Summa and the haute couture house Iacobuccyounes. Cocozza's art has not only captivated audiences across the globe, from Tokyo to Los Angeles but has also been recognized with awards, including the prestigious D'Annunzio Prize at the BIBART Biennial of Art in Bari.
Cocozza's artistic expressions are as diverse as they are profound. From traditional paintings in acrylic and oil to digital art and performance, his art transcends mediums. He prefers painting on unconventional surfaces like handcrafted Amalfi paper, exploring the fluidity and gestural dynamics of paint. His subjects often celebrate femininity, capturing models, friends, and muses in moments of creation and formation. In performance art, Cocozza seeks a raw, unfiltered connection with his audience, exploring the essence of the present moment in a dance of artistic expression.
His works in mixed media and digital art invite viewers on a journey of interpretation, where vivid scenes and profound states of awareness challenge our perceptions of nature and existence. Cocozza sees art as a language, a means to convey concepts, critiques, and reflections, awakening the observer to new perspectives.
On November 16, 2013, Cocozza's personal life was enriched by the birth of his daughter, Sofia Bianca Piuma, marking a new chapter in his journey not just as an artist, but as a father. Cocozza's life and work are a testament to the transformative power of art, an endless quest for meaning, expression, and connection.

Lié Larousse scrive Davide Cocozza
Conoscenza arguta ed intellettuale, cupidigia di erudizione a tal punto che l' ardore di Davide Cocozza comprende la natura del proprio desiderio laddove risiede implodendo al suo interno in grandiosità di pigmenti , lussurioso spargersi dell'Io su tela, affreschi di sguardi, capricci, brama , esaltazione, impressioni che trapelano dalle pennellate donate loro dal diletto dell'Artista mai sazio. Il suo concupire emerge nell'estasi dello sfavillio della pupilla dell'uomo che osserva e che è osservato, dalla florida bocca di bambina , dal sospiro di donna rubato in quel limbo ove il tempo soffia, così si nutre Davide Cocozza, di una tridimensionalità che erge le sue opere in forma umana. In un letto scavato dall'animo si desta immune dalle precondizioni che lo circondano, immune dall'essere persuaso e posseduto dal volere dell'individuo moderno contemporaneo che si affama di fama senza sapere ciò che agogna davvero, ciononostante, Egli in questi anni dieci del nuovo secolo, abbraccia lo spazio con i suoi pellegrini suscitandoli dalla vita abbandonata persa per rincorrere un sogno desolato dall'arguire andato, abbagliandone il viaggio.

PREMI


Premi

  • 2020
    L'Arte al tempo del Coronavirus - Nominato- Italia
  • 2019
    Bibart Biennale 2018/19- Menzione speciale della giuria- Bari, Italia
  • 2016
    Premio D'Annunzio- Premio Acquisto Giuria Popolare- Pescara, Italia
  • 2014
    Premio D'Annunzio- Secondo premio- Pescara, Italia
  • 2012
    Premio D'Annunzio- Primo Premio vincitore della medaglia del Presidente della Repubblica Sen. Giorgio Napolitano- Pescara, Italia
  • 2001
    Martelive- Vincitore Sezione Pittura- Roma, Italia
  • 1995
    Un logo per i giochi del Mediterraneo- Secondo Premio- Bari, Italia

MOSTRE PERSONALI


  • 2023
  • Stella del Mattino (Chiesa di San Giovanni - Monopoli) Italia

  • 2023 
  • Mono (Chiesa di San Giovanni -Monopoli Italia)
  • 2022
    Metti a Focus Davide Cocozza / Atelier Montez - Roma, Italia
  • 2019
    Heal Me - Perfomance (Biennale MArteLive) / Planet - Roma, Italia
  • 2018
    L'arte mette a nudo - Performance con la modella Adel (PIETRALARTE 2018) / Atelier Montez - Roma, Italia
  • 2018
    L'arte mette a nudo - Performance con la modella Krizia / Atelier Montez - Roma, Italia
  • 2017
    Decontesta / The Urban Box Gallery, Pescara - Pescara, Italia
  • 2017
    Santa Mensa / Galleria D'Arte Cesare Manzo - Pescara, Italia
  • 2014
    God is deaf dumb but look in 3d / The Urban Box Gallery, Pescara - Pescara, Italia
  • 2007
    Sulmonacinema / Foyer del Teatro di Sulmona - Sulmona, Italia

MOSTRE COLLETTIVE


  • 2024
  • Peach Vibration Galleria Pavart - Roma - Italia)

  • 2023
  • Maestro Biennale Internazionale d'arte e cultura città di Monopoli - Italia
  • 2023
  •  I si N'Artist! Mostra Collettiva Chiesa di San Pietro e Paolo (Monopoli - Italia)
  • 2022
    Biennale MArteLive (performance Target) / Qube - Roma, Italia
  • 2022
    Pop Corner / Milda -Rione Monti- - Roma, Italia
  • 2022
    Mon(d)opolis - L'arte abita il mondo / Chiesa Gesù Salvatore - Monopoli, Italia
  • 2021
    Save KM0 / Bastione San Giacomo - Brindisi, Italia
  • 2021
    Save Biennale D'Arte Contemporanea per un Nuovo Mondo / Bastione San Giacomo - Brindisi, Italia
  • 2021
    MArteLive / Planet - Roma, Italia
  • 2020
    Ioguardodacasa / Galleria Arte in Regola - Roma, Italia
  • 2019
    Bibart Biennale Internazionale / Santa Teresa dei Maschi - Bari, Italia
  • 2019
    PopCon 2019 / Museo d'arte Moderna "Vittoria Colonna" - Pescara, Italia
  • 2018
    Corviale Urban Lab VII edizione / Galleria Mitreo - Roma, Italia
  • 2018
    Save Biennale D'Arte Contemporanea per un Nuovo Mondo / Museo d'arte Moderna "Vittoria Colonna" - Pescara, Italia
  • 2017
    People And Things / Galleria D'Arte Cesare Manzo - Roma, Italia
  • 2017
    Fuori Manzo Fuori Tutto / Galleria D'Arte Cesare Manzo - Pescara, Italia
  • 2015
    Rosadonna 2015 il Festival dell'eccellenza femminile in Abruzzo / Aurum la Fabbrica delle Idee - Pescara, Italia
  • 2014
    Aternino Occupato / Circolo Aternino - Pescara, Italia
  • 2013
    (Con)fusioni / Ponte di Diocleziano - Lanciano, Italia
  • 2012
    (Con)fusioni inusuale mostra dell'incompiuto / Ponte di Diocleziano - Lanciano, Italia
  • 2012
    L'io labirinto del mio sé / Hoola Hop Gallery - Roma, Italia
  • 2011
    Nipoti D'Italia / Galleria Rosanna D'Adamo - Pescara, Italia
  • 2010
    ARTELIVE PROJECT / 2010 / Roviano - Roviano, Italia
  • 2008
    Arte é Oblio / Galleria Nodo - Bari, Italia
  • 2008
    Ciao Roma / Galleria La Pigna - Roma, Italia
  • 2008
    Urban Jungle / Galleria La Pigna - Roma, Italia
  • 2008
    "la cura della memoria" / Circolo Della Cultura Omosessuale Mario Mieli - Roma, Italia
  • 2007
    NuCircus / Rialto S'Antambrogio - Roma, Italia
  • 2007
    Arte PerOGGI / Palazzo dei Congressi - Roma, Italia
  • 2007
    Dipingèremo (Estate Celestiniana) / Eremo di Sant'Onofrio - Sulmona, Italia
  • 2007
    Mostra Collettiva / Galleria Petrarte - Pietrasanta, Italia
  • 2004
    Obiettivo Pax / Museo Storico Della Fanteria - Roma, Italia
  • 2000
    FRAMMENTI / Villa Sciarra - Frascati, Italia

COLLEZIONI PERMANENTI



Collezione permanente

  • 2019
    The Princess & The Platypus Foundation presents The Princess Diana Museum, Stati Uniti
Using Format